IL CARNEVALE DI RONCIGLIONE: TRADIZIONE IN MASCHERA

Il bellissimo borgo medievale di Ronciglione, immerso nella Riserva Naturale del Lago di Vico è noto per la tradizione del Carnevale che culmina con la singolare corsa dei cavalli senza fantino nonché della Cavalcata degli Ussari nella quale si ricorda la carica dei francesi nel 1799.

La sfilata di carri allegorici insieme a quella dei ‘Nasi Rossi’ e l’immancabile Saltarello sono tutti eventi che chi ha modo di recarsi durante il mese di febbraio, non può assolutamente perdere e che sono annunciati dal suono del campanone della torre civica e che per cinque giorni all’anno trasformano questa cittadina, un vero regno di divertimento.

La festa per il 2015 inizierà quindi domenica 8 febbraio, quando alle 16 sfilerà per le vie di Ronciglione il 318esimo grandioso corso di gala, con maschere, carri allegorici, lancio di dolcetti e nocciole, gruppi mascherati e bande e prosegue anche giovedì 12 alle 15.30 con la consegna delle chiavi a Re Carnevale. Venerdì 13 febbraio il primo veglione, quello dello studente, al Palasport, che sarà lo scenario dei successivi momenti di festa giovane, sabato 14 (con il veglione delle maschere) e martedì 17.

Domenica 15 febbraio alle 16 torna il corso di gala, il numero 319esimo, anticipato dalla parata storica degli Ussari e dalla fanfara dei lancieri, e martedì ultimi momenti di festa per i più piccoli, per avvicinarsi alle 18.30, quando il corteo funebre accompagnerà Re Carnevale. Si conclude con il secondo carnevale della notte, con maschere e balli per la città e il veglionissimo di chiusura.

Di seguito il programma dettagliato:

Domenica 8 febbraio

Ore 11, Piazza Vittorio Emanuele: rappresentazione teatrale Padiglione delle Meraviglie: “La spada nella roccia”. Passeggiata ed esibizione della Banda Musicale “Alceo Cantiani” e delle majorette.

Ore 16: 318° Grandioso Corso di Gala con carri allegorici, lancio di caramelle, cioccolatini e nocciole, gruppi mascherati e bande folcloristiche. A seguire tutti in Piazza della Nave a ballare il tradizionale Saltarello.

Giovedì 12 febbraio

Ore 14.30: il Campanone suona a distesa annuncia il ritorno di Re Carnevale.

Ore 15.30: rituale consegna delle chiavi della città a Re Carnevale seguito dalla tradizionale carrozza con autorità del Carnevale, scortata da un drappello di Ussari.

Ore 16: Gran Carnevale dei bambini.

Ore 17: sfilata della Confraternita di Sant’Orso con tozzetti e vino.

Ore 17.30, Palasport: grande festa dei bambini con spettacolo dei burattini, giocolieri, musica e attrazioni varie.

Venerdì 13 febbraio

Ore 23, Palasport: Veglionissimo dello Studente.

Sabato 14 febbraio

Ore 16: “Momenti di un Carnevale Storico”. Scuderie: ricordi e proiezioni. Bambini maschere gruppi e saltarello: divertimento in maschera insieme ai protagonisti del Carnevale. Daria Giomma introduce il ballo alla corte di Re Carnevale!

Ore 21, Teatro Petrolini: “Coriandolo”, spettacolo teatrale diretto da Luciano Mariti.

Ore 22.30: Saltarello e Carnevale della Notte con le maschere create dalla fantasia dei ragazzi.

Ore 23.30, Palasport: Gran Veglione delle Maschere.

Domenica 15 febbraio

Ore 11, Piazza Vittorio Emanuele: rappresentazione teatrale Padiglione delle Meraviglie: “La spada nella roccia”.

Ore 15: sfilata della Fanfara dei Lancieri di Montebello.

Ore 15.30: parata storica degli Ussari: un gruppo di cavalieri, vestiti con costumi del XIX secolo, si lancia in una cavalcata per le vie del paese, che rievoca il periodo del dominio francese. Passeggiata ed esibizione della Banda Musicale “Alceo Cantiani” e delle majorette.

Ore 16: 319° Grandioso Corso di Gala con carri allegorici, lancio di caramelle, cioccolatini e nocciole, gruppi mascherati e bande folcloristiche. Stand enogastronomici, fregnacce, pizze fritte e altro. A seguire tutti in Piazza della Nave a ballare il tradizionale Saltarello.

Ore 21, Teatro Petrolini: “Coriandolo”, spettacolo teatrale diretto da Luciano Mariti.

Lunedì 16 febbraio

Ore 14.30: il Campanone suona a distesa.

Ore 16.30: “Carnevale Jotto”, pomeriggio gastronomico con i Nasi Rossi (maschera tipica di Ronciglione) e i tradizionali rigatoni al pitale. Polentari, fagiolari, tripparoli, fregnacciari e per finire i saracari! A seguire tutti in Piazza della Nave a ballare il tradizionale Saltarello e sorprese in piazza.

Ore 21, Teatro Petrolini: “Coriandolo”, spettacolo teatrale diretto da Luciano Mariti.

Martedì 17 febbraio

Ore 14.30: il Campanone suona a distesa.

Ore 15: parata storica degli Ussari: un gruppo di cavalieri, vestiti con costumi del XIX secolo, si lancia in una cavalcata per le vie del paese, che rievoca il periodo del dominio francese. Passeggiata ed esibizione della Banda Musicale “Alceo Cantiani” e delle majorette.

Ore 15 have a peek at this web-site.30: Carnevale dei Bambini con mascherate spontanee.

Ore 17.30: A seguire tutti in Piazza della Nave a ballare il tradizionale Saltarello.

Ore 18.30, Piazza Principe di Napoli: morte e testamento di Re Carnevale e corteo funebre con la fiaccolata della Compagnia della Penitenza.

Ore 19.30: partenza di Re Carnevale con il globo aerostatico.

Ore 21, Teatro Petrolini: “Coriandolo”, spettacolo teatrale diretto da Luciano Mariti.

Ore 23.00: Il Carnevale della notte con le maschere create dalla fantasia dei ragazzi.

Ore 23.30, Palasport: Veglionissimo di chiusura del Carnevale.