PALAZZO CHIGI A VITERBO APRE AL PUBBLICO PER LA PRIMA VOLTA IL 14 E IL 15 MAGGIO

<img class="wp-image-382 size-full aligncenter" src="http://www.visitarelatuscia.it/wp-content/uploads/2016/04/locandina-per-sito.jpg" alt="locandina per sito" width="842" height="842" srcset="https://www.visitarelatuscia.it/wp-content/uploads/2016/04/locandina-per-sito.jpg 842w, https://www.visitarelatuscia.it/wp-content/uploads/2016/04/locandina-per-sito-150×150.jpg 150w, https://www.visitarelatuscia.it/wp-content/uploads/2016/04/locandina-per-sito-250×250 omeprazole 20 mg cap.jpg 250w, https://www.visitarelatuscia.it/wp-content/uploads/2016/04/locandina-per-sito-700×700.jpg 700w, https://www.visitarelatuscia.it/wp-content/uploads/2016/04/locandina-per-sito-120×120.jpg 120w” sizes=”(max-width: 842px) 100vw, 842px” />

Un evento imperdibile per gli amanti della storia dell’arte che potranno, solo il 14 e il 15 maggio, visitare una residenza rinascimentale nel cuore del centro storico di Viterbo solitamente non accessibile al pubblico.
Con il Patrocinio del Comune di Viterbo, sabato 14 e domenica 15 maggio, nel cuore del centro storico di Viterbo, sarà infatti possibile prendere parte alle visite guidate di Palazzo Chigi.

I visitatori potranno godere delle magnifiche sale affrescate di un palazzo che è stato residenza cinquecentesca di Francesco e Agostino Chigi, grandi mecenati di Raffaello. Alcuni tra i più grandi esponenti del Cinquecento e del Manierismo italiano, come Antonio del Massaro detto il Pastura, stretto collaboratore di Pinturicchio e Perugino, Antonio Tempesta e Marzio Ganassini dipinsero pareti e soffitti di Palazzo Chigi con stemmi, divinità, figure mitologiche, vedute paesaggistiche, grottesche e scene bibliche imponenti.

Il pubblico che prenoterà la visita guidata potrà visitare:

– Il cortile loggiato impreziosito da una bellissima edicola all’interno della quale Antonio del Massaro detto il Pastura dipinse una bellissima Madonna con Bambino Benedicente.

– Il piano nobile interamente affrescato comprendente la loggia, il salone di rappresentanza, la sala di Afrodite, la sala di San Paolo, la cappella e lo studiolo del Pappagallo.

– Le cucine in muratura dotate del tipico “vincellaro”, il frigorifero dell’epoca, e le botteghe al piano terra.

Il visitatore, per non perdere quest’occasione unica, verrà accompagnato anche in una passeggiata nelle immediate vicinanze del Palazzo alla scoperta di monumenti e luoghi della ricca famiglia cinquecentesca, come i locali dove i Chigi fondarono il loro primo Banco e la Cappella di Palazzo dei Priori, anch’essa straordinariamente aperta per l’occasione, affrescata dagli stessi artisti che decorarono Palazzo Chigi.

La prenotazione con la guida ufficiale Marco Zanardi è obbligatoria;


sono previsti tre turni di visita alle 10.30, alle 15.00 e alle 17.00 sia il 14 che il 15 maggio.

Ogni turno può ospitare un massimo di 20 persone. Il costo complessivo della visita è di 10 euro a persona e comprende la visita guidata e l’ingresso a Palazzo Chigi, eccetto per i bambini fino ai 10 anni che potranno partecipare gratuitamente.

Per informazioni e prenotazioni contattare la guida Marco Zanardi alla mail: info@visitarelatuscia.it o al numero 340 5638280