Visitare la Chiesa e il Chiostro della Santissima Trinità

Dei numerosi luoghi di culto presenti a Viterbo e provincia questo è certamente uno di quelli che più merita il supporto di una guida turistica. Ti racconterò la storia della Chiesa e del Chiostro della Santissima Trinità, un magnifico complesso poco conosciuto ma di grande valore artistico.
La chiesa della Santissima Trinità si trova decentrata rispetto alla zona monumentale del centro storico di Viterbo e spesso, per questa ragione, è poco visitata. In realtà, sapendosi orientare, dista da piazza del Plebiscito non più di quattro minuti a piedi e nasconde un chiostro rinascimentale davvero sorprendente!

Chiesa della Santissima Trinità

La Chiesa della Santissima Trinità è conosciuta dai cittadini di Viterbo con il nome di Madonna Liberatrice in quanto nel XIV secolo la Vergine della Santissima Trinità, di cui si venera ancora oggi l’icona all’interno della chiesa, apparve in cielo per liberare la città assediata da demoni e forze del male. Da quel momento prese il nome di Madonna Liberatrice e fu luogo di pellegrinaggi. Molti ex voto in argento decorano ancora l’altare della La Chiesa della Santissima Trinità dove è esposta l’icona miracolosa. Tuttavia, l’elevata affluenza di devoti che partecipavano alle celebrazioni religiose in seguito al miracolo, portò al rifacimento completo della Chiesa della Santissima Trinità nel XVIII secolo e le venne donato un aspetto barocco e neoclassico insieme.

Il Chiostro rinascimentale

Ancora meno conosciuto (anche dagli abitanti di Viterbo) è il Chiostro rinascimentale annesso alla chiesa della Santissima Trinità, da cui vi si accede attraverso un bel portale ubicato accanto alla facciata. Ma è quando si inserisce la chiave nella serratura e si gira la maniglia per entrare che arriva lo stupore. Davanti agli occhi si presenta uno dei chiostri rinascimentali più belli di tutta la provincia, completamente affrescato con le storie della vita di Sant’Agostino. Si tratta di un luogo dove regna il silenzio assoluto, interrotto solo dallo zampillìo dell’acqua della fontana centrale del chiostro. Dal centro del cortile ornato da trentasei colonne in peperino si vede il profilo del campanile della Chiesa della Santissima Trinità, arretrato e laterale rispetto alla facciata della chiesa.

L’annesso convento della Trinità custodisce notevoli opere d’arte all’interno di alcune delle sale più belle di tutto il complesso:

  • sala di Ricevimento, impreziosita da quattro quadri donati al convento da papa Pio X;
  • sala del Cenacolo, antico refettorio dei frati;
  • sala capitolare;
  • biblioteca, in cui si custodiscono volumi risalenti soprattutto ai secoli XVII-XIX.

Se sei a Viterbo o in qualche paese della provincia e decidi all’ultimo momento di visitare la Chiesa o il chiostro della Santissima Trinità, difficilmente lo troverai aperto (e ancor meno i locali del convento). Per questo motivo, ti consiglio di contattarmi per tempo in modo da programmare l'apertura, organizzare la visita guidata degli ambienti interni e scattare bellissimi selfie da condividere con i tuoi amici, godendoti pienamente questo luogo semisconosciuto di rara bellezza!

Il tour guidato della Chiesa della Santissima Trinità di Viterbo, del chiostro e dei locali del convento dura circa un’ora e mezza ed è possibile continuare la visita guidata abbinando il vicino Museo Etrusco Nazionale e la preziosa Chiesa di San Francesco, entrambi distanti due minuti a pedi.


Se vuoi scoprire tutti i monumenti più importanti di Viterbo e scegliere quali visitare con una guida turistica ti consiglio di visitare la pagina dedicata ai tour di Viterbo.
Se invece vuoi programmare un tour guidato delle migliori località della provincia di Viterbo, oltre alla Chiesa della Santissima Trinità di Viterbo, puoi trovare degli esempi nella pagina dedicata ai tour o scegliere tu quali luoghi visitare consultando la sezione luoghi.

Scegli sempre una guida turistica abilitata! Saprà farti assaporare il meglio che Viterbo e la sua provincia offrono regalandoti piacevoli momenti che difficilmente dimenticherai!