La Madonna della Quercia: capolavoro di arte e fede

A metà strada tra Viterbo e Villa Lante a Bagnaia, a soli 2 km da Viterbo, è possibile visitare il Santuario della Madonna della Quercia, considerato il secondo santuario mariano più importante della cristianità dopo quello di Loreto. Imperatori e decine di pontefici vennero a rendere omaggio alla Madonna della Quercia e Benedetto XVI fu solo l'ultimo in ordine di tempo.

Appena varcata la soglia del portale balza subito all'occhio l'immenso soffitto ligneo a lacunari completamente rivestito da sessanta chili d'oro, il primo proveniente dalle Americhe e donato da Papa Paolo III Farnese come ex voto alla Madonna della Quercia. Ma perché è stato fatto un dono così grande per decorare un santuario dislocato appena fuori Viterbo, nella frazione La Quercia? Perché non è stata preferita una chiesa di Roma o lo stesso Santuario di Loreto?

L'importanza del santuario si deve ai numerosi miracoli compiuti dalla Madonna della Quercia, la cui icona qui è dipinta su una tegola custodita all'interno del santuario. Questo luogo di culto è stato costruito da grandissimi architetti del Rinascimento, decorato da numerosi pittori e impreziosito da quella che si crede un'opera giovanile di Michelangelo... che non troverai facilmente girando da solo. Curioso di sapere qual è? Senza una guida turistica abilitata per Viterbo e provincia che te la mostri è praticamente impossibile riconoscerla e... non cercare sul web, credimi, non la troverai! Richiedimi una visita guidata al Santuario di S. Maria della Quercia e ti racconterò ogni cosa di questo incredibile luogo.

Se ti trovi a Viterbo in vacanza non perderti assolutamente questo luogo così affascinante e ricco di storia.

Il Santuario di La Quercia: cosa vedere con la guida turistica

Il culto della Madonna della Quercia nasce nel Quattrocento e oltre 300 chiese in tutto il mondo hanno assunto la medesima nomeclatura. Da zona agricola senza abitazioni, dopo la costruzione del Santuario questa divenne una frazione ricca e florida in cui un terzo dello spazio è occupato dal glorioso monumento.

Durante la visita guidata del santuario di La Quercia ti racconterò di come è nato il culto, degli oltre cento anni necessari per l'edificazione, del perché ci sono solo due colonne di fronte alla facciata senza alcuna copertura e della storia della campana Agata, il cui nome era connesso con il bestiame che si vendeva in queste zone. Scoprirai i dettagli del Patto d'Amore che viene rinnovato ogni anno con la città di Viterbo, delle origini dell'oro del soffitto e del superbo tabernacolo che custodisce la tegola miracolosa affissa ancora oggi sul tronco della quercia originale, vecchia di ben seicento anni!

Ma non è finita qui...

I Chiostri, la Sagrestia e il Museo degli Ex voto: aperture straordinarie con visita guidata

Se sei curioso di scoprire le parti nascoste del Santuario contattami per tempo e ti organizzerò la visita guidata con l'apertura straordinaria dei chiostri e degli altri ambienti del Santuario della Madonna della Quercia.
Su richiesta, infatti, è possibile visitare:

  • il Chiostro piccolo o della Cisterna, raccolto e scandito dalle bellissime colonnine in peperino e decorato con lunette affrescate raffiguranti i miracoli della Madonna del Quercia.
  • Il Chiostro Grande, di impianto rinascimentale, ampio e con una fontana seicentesca al centro.
  • La Sagrestia, decorata con i bellissimi armadi in noce del XVII secolo e completamente ricoperta di affreschi settecenteschi raffiguranti scene della vita di Maria, volute e busti di domenicani.
  • Il piccolo Museo degli Ex voto, ricco di tavolette di varie epoche, dal Quattrocento ai giorni nostri, dipinte dalle persone che hanno ottenuto la grazia; un raro esempio di arte devozionale popolare. Qui troverai anche manufatti di oreficeria sacra, il piviale (il mantello liturgico) di Papa Gregorio XIII completamente ricamato con fili preziosi e la bandiera della Battaglia di Lepanto, combattuta contro i Turchi, che si reputa vinta grazie all'intercessione di Santa Maria della Quercia.

Una visita guidata del Santuario della Quercia dura circa un'ora e mezza ed è possibile abbinarla con la visita del centro storico di Viterbo, Villa Lante a Bagnaia o del borgo di Vitorchiano.

Altrimenti, puoi scoprire qui sotto alcuni dei luoghi più belli e affascinanti della provincia di Viterbo e decidere quale esplorare, programmando insieme a me un tour di Viterbo e provincia.

Ricorda: la divisa della guida turistica, oltre al suo sorriso, è il cartellino di licenza che deve sempre essere esposto. È una garanzia di qualità e professionalità: richiederlo è un tuo diritto.