Tuscania, una visita guidata per scoprirne la bellezza: cinque cose da vedere

Durante il tuo soggiorno in provincia di Viterbo non può mancare Tuscania nella lista dei luoghi da visitare; per me una delle Sette Meraviglie della Tuscia!
I monumenti più sorprendenti di Tuscania sono senza dubbio le basiliche di San Pietro e Santa Maria Maggiore, capolavori dell'arte paleocristiana.
Tuscania ha inoltre un pregevole centro storico medievale e rinascimentale, caratterizzato dai signorili palazzi intonacati e dalle abitazioni più antiche in tufo che stupiscono per la loro semplicità e bellezza, ma anche parchi e punti panoramici davvero mozzafiato sulle valli circostanti.
Allestito all'interno del chiostro della ex chiesa di S. Maria del Riposo, c'è il Museo Archeologico di Tuscania, un vero concentrato di preziosi reperti del popolo etrusco che è possibile visitare gratuitamente.
Una visita guidata di Tuscania e delle sue bellezze normalmente dura mezza giornata, comprende le due basiliche e parte del centro storico.
Se vuoi scoprire di più, puoi richiedere una visita guidata di Tuscania di un'intera giornata, durante la quale potremo andare alla scoperta anche delle altre parti che ti ho descritto sopra, comprese alcune necropoli che si trovano nelle vicine vallate, a patto che tu sia automunito.


Chiedimi l'itinerario che ti soddisfa di più, sono una guida turistica esperta di questo territorio e ti aiuterò a non perdere il meglio che Tuscania offre da oltre 2000 anni. Scoprirai in ogni angolo bellezze intatte e stupefacenti!

Tuscania, la città dei sarcofagi

Tuscania sorge ai margini della Maremma Viterbese, a circa 20 Km da Viterbo, in una delle zone più fertili della Tuscia grazie ai numerosi corsi d’acqua che furono sfruttati fin dall'Età del Bronzo.

Il glorioso passato etrusco di Tuscania è ancora oggi visibile nelle numerose necropoli che circondano l’antica acropoli, dove sorge la basilica paleocristiana di S. Pietro, una delle più importanti di tutta la provincia di Viterbo e del centro Italia.

I tantissimi sarcofagi etruschi in terracotta o in pietra scoperti durante gli scavi archeologici, appartenenti alle potentissime famiglie etrusche, sono visibili ovunque, non solo quindi all'interno del bellissimo Museo Nazionale. Li troverai infatti anche dentro le chiese e vedrai che sono stati utilizzati addirittura come arredo urbano di vie e piazze! Per questo motivo Tuscania è stata soprannominata “la città dei sarcofagi”.

Gli Etruschi resero Tuscania prospera e potente, sfruttando la buona posizione geografica lungo la Via Clodia, un'importante rete viaria che collegava le città costiere a quelle dell’entroterra e di cui è possibile vederne un tratto ben conservato all'interno delle mura.

Le Basiliche paleocristiane di San Pietro e Santa Maria Maggiore

A Tuscania queste basiliche sono le prime due cose che vanno viste anche se si trovano all'esterno delle mura del borgo! Difficile stabilire quale delle due sia la "più bella" e durante le visite guidate i miei gruppi hanno sempre trovato arduo esprimere una preferenza!

San Pietro

La location è strepitosa: la chiesa di San Pietro si affaccia su uno spiazzo erboso tra il Palazzo dei Canonici e le possenti torri di difesa sopra l'antica acropoli: un colpo d’occhio che difficilmente dimenticherai! Se l’edificio, come si pensa, venne costruito nell'VIII secolo, saremmo di fronte a un caposaldo della storia dell'architettura italiana, in quanto segnerebbe il punto di passaggio artistico dalle forme paleocristiane a quelle romaniche; ma a tal proposito gli studiosi non sono del tutto concordi.

Quel che è certo è che la sublime facciata di San Pietro fu costruita verso la fine dell’anno 1000 e l’interno è altrettanto sorprendente e ricco di opere d’arte. Ammirerai il pavimento cosmatesco a decorazioni geometriche, la foresta di colonne della cripta, un ciborio, ossia un tabernacolo, risalente all'XI secolo su cui è incisa la misteriosa data 1093... i dettagli te li svelerò durante la visita! Vedremo insieme anche il seggio vescovilel’ambone di epoca romanica e molti sarcofagi etruschi esposti nella navata sinistra. Ebbene sì, saremo all'interno di un luogo di culto consacrato e decorato con reperti etruschi. Durante la visita guidata di Tuscania ti parlerò di questo curioso allestimento!

La chiesa di Santa Maria Maggiore a Tuscania

Questa chiesa, costruita tra l'VIII e il IX secolo, presenta una stupenda facciata decorata con pietre diverse tra loro, arricchita da un superbo rosone, mosaici e statue provenienti da monumenti più antichi. Distaccato dal complesso, il massiccio campanile domina la vallata e strizza l'occhio alle possenti torri dell'acropoli.
L'interno è pazzesco! Colonne dipinte, una fonte battesimale duecentesca e il grandioso Giudizio Universale affrescato nel Trecento sopra l'altare donano all'ambiente un'atmosfera calda e accogliente. Gli affreschi che decorano le pareti, inoltre, ci testimoniano l'attenzione particolare che è stata data in questa chiesa alla custodia delle reliquie. Sono davvero numerose quelle custodite al suo interno che l'hanno resa nei secoli un luogo di devozione e pellegrinaggio. Sai che un insolito altare a "fenestrella" permetteva di toccarle, amplificando così le preghiere dei devoti? No, oggi non è più possibile, ci limiteremo a immaginarlo.

Il Museo Archeologico Nazionale di Tuscania

Se hai a disposizione un'ora libera, puoi decidere di spenderla nei numerosi negozi di prodotti tipici lungo via Roma e curiosando tra le botteghe artigiane, oppure immergerti nella cultura etrusca visitando il Museo Archeologico di Tuscania.

Ospitato nei locali dell'ex convento di S. Maria del Riposo, il museo custodisce cimeli etruschi di rara bellezza e importanza, allestiti recentemente sui due piani del complesso. La selezione dei reperti è oculata e garantisce una visita agevole e istruttiva, sia per i grandi sia per i più piccoli. L'ingresso, inoltre, è gratuito per tutti e permette anche di godere della tranquillità del chiostro affrescato sito nell'ex convento.

Consigli utili per conoscere Tuscania

  • Se vuoi organizzare una visita guidata di Tuscania contattami e stabiliremo insieme cosa visitare a seconda del tempo a disposizione.
  • Se decidi di visitare le basiliche, che ti ricordo vengono tenute aperte da volontari, o se desideri visitare il museo, contattami, perché non sempre li troverai aperti.
    In qualità di guida turistica di Viterbo e provincia posso prenotare e garantirti l'accesso senza incorrere in spiacevoli sorprese.
  • All'esterno delle mura è presente un comodo e spazioso parcheggio dove lasciare auto, camper o pullman turistici prima di scoprire le bellezze della città.

Se vuoi usufruire di una visita guidata di un'intera giornata è possibile trascorrerne mezza a Tuscania e proseguire poi nella visita della vicina Tarquinia oppure andare alla scoperta del centro storico di Viterbo.

Di seguito, comunque, potrai trovare una selezione dei migliori luoghi della provincia di Viterbo che potrai visitare in autonomia o con il mio supporto.